IL DESIGN SENZA CONFINI DI UN’AZIENDA ITALIANA

Nata nel 1976 nel Nord Est italiano, uno dei distretti industriali più dinamici d’Europa, per iniziativa di Eugenio Perazza, “imprenditore che fa domande progettuali chiare che sono già una parte importante della risposta, soprattutto se elaborate attentamente con un progettista di talento” (Giampiero Bosoni, Domus 941, Novembre 2010), Magis è un’azienda di riferimento assoluto nel mondo del design.

Il suo successo si basa sul desiderio di rendere accessibile a un’ampia fascia di utilizzatori dei prodotti di alta qualità funzionale e tecnologica, sviluppati insieme ai protagonisti del design internazionale, con una visione non solo estetica, ma anche etica e poetica del progetto.

Stefano Giovannoni, Jasper Morrison, Konstantin Grcic, Ronan & Erwan Bouroullec, Marc Newson, Ron Arad, Naoto Fukasawa, Marcel Wanders, Philippe Starck, Zaha Hadid, Thomas Heatherwick, sono alcuni dei designer che collaborano con Magis, per dare forma a una grande collezione di prodotti, ognuno con una propria storia da raccontare e con una propria personalità da esprimere, negli spazi domestici come in quelli collettivi.

Dedicati a un pubblico internazionale (la quota dell’export è infatti attorno all’85%) i prodotti Magis sono 100% “Made in Italy”: una garanzia di alta qualità, in sintonia con una tradizione che dalle sue radici culturali e artigianali, attraverso l’evoluzione stilistica e la crescita industriale degli anni Ottanta e Novanta, continua a rappresentare uno dei maggiori patrimoni dell’azienda.

All’inizio del 2010 Magis si è trasferita in una nuova sede a Torre di Mosto (Venezia) con una superficie totale di 98.000 mq, che si compone di due edifici separati: l’unità logistica e di assemblaggio di 15.000 mq e l’edificio che raccoglie uffici e showroom di 3.500 mq.
Nello showroom sono esposti tutti i prodotti più rappresentativi della sua collezione: dallo sgabello Bombo di Stefano Giovannoni, forse uno dei prodotti più imitati nella storia del design, alla Steelwood Chair di Ronan & Erwan Bourollec, premiata con il Compasso d’Oro ADI 2011, alla collezione per bambini MeToo, sviluppata insieme a famosi designer ed esperti in campo pedagogico. Nel 2008 anche la sedia Trioli (design Eero Aarnio) della collezione Me Too è stata premiata con il Compasso D’Oro, mentre nel 2014 lo stesso importantissimo riconoscimento è stato assegnato alla seduta Spun, disegnata da Thomas Heatherwick.

Oltre ad essere stati insigniti da questi e da numerosissimi altri premi importanti nel panorama internazionale del design, i prodotti Magis sono entrati a fare parte delle collezioni permanenti di musei come il MoMA di New York, il Victoria and Albert Museum di Londra, il Centre Pompidou di Parigi.