Informazioni Essenziali

Prodotto:
Cactus | Another White
Famiglia:
Cactus
Produttore:
Gufram >
Designer:
Franco Mello >, Guido Drocco >
Architonic ID:
20143933
Paese:
Italia
Anno Produzione:
2018
Gruppi di produttori :
Contenitori-Appendiabiti >
Gruppi:
Contenitori-Appendiabiti >

Descrizione del prodotto

INFO TECNICHE
Appendiabiti a stelo in morbido poliuretano rifinito a mano in Guflac.
70x70x170 cm, ∼22 kg | 27,6x27,6x66,9 in, ∼49 lb

Varianti del Prodotto

Concept

Soggetto a innumerevoli, libere e spesso equivoche interpretazioni, Cactus è l’icona del design italiano che ha rivoluzionato il paesaggio domestico.
Realizzato in poliuretano flessibile, il Cactus di Gufram è morbido e senza spine. Quest’appendiabiti con quattro bracci a sbalzo, è alto più o meno quanto una persona, e si presenta come un totem ironico che incarna la grinta, la fantasia e lo humor del design degli anni Settanta. Capace di raccogliere su di sé tutte le attenzioni, si svincola dal funzionalismo a tutti i costi perché può assolvere la sua funzione o essere utilizzato come elemento decorativo.
Nasce nel 1972 e mette sin da subito in discussione il mondo statico e rigido del progetto d’arredamento. Fatto interamente a mano, ogni esemplare è unico: le 2165 bugne da cui è caratterizzata la sua superficie sono infatti rifinite artigianalmente una ad una da operatori specializzati e successivamente verniciate con il Guflac, la speciale e unica finitura brevettata da Gufram che consente di pellificare il poliuretano mantenendone la flessibilità e la morbidezza.
Verde, bianco, rosso, nero, blu fino a quelle multicolore, negli anni il Cactus è stato declinato in diverse colorazioni per altrettante edizioni limitate e numerate che sono diventate oggetti di culto tanto da essere da essere esposte nei più importanti musei del mondo: dalla Triennale di Milano al National Art Museum of China di Pechino, passando al Barbican di Londra.

Il Cactus disegnato nel 1972 da Guido Drocco e Franco Mello, icona del design radicale italiano degli anni Settanta, si tinge di due nuovi colori, Another Green e Another White.
Another Green è un omaggio all’originale edizione, ma il verde si caratterizza per un tono diverso, più chiaro e luminoso, acceso e contemporaneo; Another White invece acquisisce un’allure calda, morbida, naturale, con una sfumatura di bianco che si avvicina all’avorio, al tono delle tele.
Realizzato in poliuretano flessibile, il Cactus di Gufram è morbido e senza spine. Quest’appendiabiti con quattro bracci a sbalzo, è alto più o meno quanto una persona, e si presenta come un totem ironico che incarna la grinta, la fantasia e lo humor del design degli anni Settanta. Capace di raccogliere su di sé tutte le attenzioni, si svincola dal funzionalismo a tutti i costi perché può assolvere la sua funzione o essere utilizzato come elemento decorativo.
Nasce nel 1972 e mette sin da subito in discussione il mondo statico e rigido del progetto d’arredamento. Fatto interamente a mano, ogni esemplare è unico: le 2165 bugne da cui è caratterizzata la sua superficie sono infatti rifinite artigianalmente una ad una da operatori specializzati e successivamente verniciate con il Guflac, la speciale e unica finitura brevettata da Gufram che consente di pellificare il poliuretano mantenendone la flessibilità e la morbidezza.
Negli anni il Cactus è stato declinato in diverse colorazioni per altrettante edizioni limitate e numerate che sono diventate oggetti di culto tanto da essere da essere esposte nei più importanti musei del mondo: dalla Triennale di Milano al National Art Museum of China di Pechino, passando al Barbican di Londra.