Informazioni Essenziali

Prodotto:
Metropolitan ME100/1
Linea:
Metropolitan
Produttore:
B&B Italia
Designer:
Jeffrey Bernett
Architonic ID:
1002298
Paese:
Italia
Anno Produzione:
2003
Gruppi:
Sedute-Poltrone

Descrizione del prodotto

Metropolitan ME100/1 poltroncina
100 x 84 x A 93 cm

Linea del Prodotto

Concept

Il segno continuo di seduta e bracciolo caratterizzano la poltroncina e la poltrona relax. La poltroncina su base girevole in alluminio a quattro razze ha un’immagine accogliente ed elegante a 360° che permette un ubicazione in qualsiasi ambito, domestico o pubblico. La poltrona relax, anch’essa girevole e completa di pouf, ha forma più ampia e accogliente con il poggiatesta regolabile tramite un magnete e si appoggia su due tipi diversi di basamento, il primo ha quattro razze in alluminio, il secondo è formato da un disco.

Telaio interno: tubolari e profilati d’acciaio
Imbottitura telaio interno: schiuma di poliuretano a freddo Bayfit® (prod. Bayer®), fodera in fibra di poliestere
Imbottitura cuscino poggiatest: poliuretano sagomato, fibra di poliestere, calamite
Imbottitura cuscino sedile: poliuretano sagomato, fibra poliestere
Struttura di sostegno: alluminio spazzolato lucido o verniciato nero
Puntali: materiale plastico
Rivestimento: tessuto o pelle

Cosa succede quando un prodotto di successo decide di mostrarsi con un nuovo aspetto? Sono passati dodici anni da quando la poltrona METROPOLITAN venne presentata e adottata non solo dal mercato domestico, ma anche da quello Contract. Poiché il “design, come il cinema, l’arte e l’architettura è insieme specchio e lente che registra i cambiamenti in atto” secondo le parole di Jeffrey Bernett, è legittimo rileggere su un arco di tempo più ampio l’evoluzione di un oggetto. “E’ una sfida interessante che permette di esplorare che cosa è cambiato, cosa abbiamo imparato e quali nuovi problemi possono essere risolti.”
Così, in entrambe le versioni ’14, con schienale più basso oppure alto che diventa poggiatesta, i volumi sono diventati più sottili, le superfici più fluenti, cuciture sartoriali sottolineano alcuni punti nevralgici e il cuscino della seduta, non più staccato, è stato completamente integrato. La seduta ha un profilo che sembra disegnare un sorriso, uno “smile” nel linguaggio contemporaneo, quasi fosse un invito a sedersi, a godersi un momento di pausa. Così la versione alta offre un rifugio sia a chi vuole disattivare i contatti con il mondo, sia a chi da una comoda postazione vuole interagire. Entrambe girevoli, le poltrone godono della presenza di un poggiapiedi che le completa.