Informazioni Essenziali

Prodotto:
GIANO
Famiglia:
GIANO
Produttore:
Acerbis >
Designer:
Marco Acerbis >
Architonic ID:
1556344
Paese:
Italia
Anno Produzione:
2018
Gruppi di produttori :
Tavoli-Tavoli pranzo >
Gruppi:
Tavoli-Tavoli pranzo >

Descrizione del prodotto

Famiglia di tavoli rotondi o ovali, caratterizzati dalla forma scultorea del basamento, realizzato incastrando tra loro una sottile lastra in vetro extrachiaro e un setto perpendicolare di forte spessore, la cui geometria varia in modo sorprendente al variare del punto di vista, in un gioco di trasparenze. Le finiture materiche del piano e della base contrastano con la perfezione e la lucentezza del vetro, enfatizzando l'essenzialità del disegno. Piano e basamento in mdf con finitura spatolata realizzata attraverso tecniche artigianali utilizzando una miscela composta da cemento e terre vulcaniche protetta con delle speciali resine, piacevole al tatto e resistente all'uso. Vetro extra chiaro sp. 15 mm temperato.

Finiture
Piano e basamento in mdf con finitura spatolata realizzata attraverso tecniche artigianali utilizzando una miscela composta da cemento e terre vulcaniche protetta con delle speciali resine, piacevole al tatto e resistente all'uso. Vetro extra chiaro sp. 15 mm temperato.
Colori: Bianco Lipari, Marrone Vesuvio, Grigio Etna

Varianti del Prodotto

Concept

Un tavolo dalla duplice anima, leggero alla vista e imponente nella struttura, capace di sorprendere con una geometria mutevole al variare del punto di vista dell’osservatore, grazie ad un magistrale gioco di trasparenze che esalta la linea essenziale del disegno e la poliedricità della materia. Il basamento, dalla forma scultorea e morbida allo stesso tempo, è realizzato da un incastro materico tra una sottile lastra trasparente e un monolite di forte spessore che sostengono il piano rotondo o ovale in legno, in continuità cromatica con il basamento.
La dualità di GIANO emerge ancora più chiara e incisiva nel contrasto materico che rappresenta un passaggio figurato tra il cielo e la terra: dalla purezza del cristallo temperato extrachiaro si passa alla tattilità della finitura spatolata del legno della base e del piano realizzata con tecniche artigianali utlizzando una miscela cementizia a base di terre vulcaniche e protetta da una finitura superficiale con speciali resine che la rendono piacevole al tatto e resistente all’uso. Un tavolo che, proprio come la divinità mitologica alla quale si ispira, rappresenta uno sguardo tra passato e futuro, il punto di incontro tra la purezza delle linee e la sintesi formale delle geometrie con la sperimentazione sui materiali e le finiture, due elementi fondanti e ricorrenti del design thinking Acerbis.