Ceramica Flaminia Profilo

Ceramica Flaminia Arredo bagno / Sanitari
La storia, le radici

Ceramica Flaminia nasce nel 1955 a Civita Castellana, terra della ceramica fin dalla più remota antichità. Qui, attorno al IV secolo a.c., vengono creati splendidi esemplari di arte vascolare, anche se le prime officine per la fabbricazione di stoviglierie e ceramica artistica risalgono alla fine del ‘700 ed è agli inizi del ‘900 che sorgono le prime fabbriche di stoviglie, piastrelle e sanitari. È da queste realtà che provengono i fondatori di Ceramica Flaminia. Un gruppo di professionisti del settore dei sanitari decide di unirsi in una nuova società. All’epoca le lavorazioni sono ancora artigianali, ma Ceramica Flaminia cresce ed evolve rapidamente grazie alla passione e alla competenza dei suoi creatori.

L’esperienza, il made in Italy

Oggi l’azienda, specializzata in idrosanitari in ceramica, si distingue nel settore perchè mantiene completamente la produzione al suo interno, a garanzia del massimo livello qualitativo e di un rigoroso made in Italy. L’azienda coniuga i più avanzati processi produttivi con una consolidata abilità nelle lavorazioni Artigianali. Un connubio che permette all’azienda di affrontare anche le sfide più impegnative, con una costante apertura alla sperimentazione. Molto spesso, infatti, Ceramica Flaminia lavora con i più grandi designer internazionali che non hanno mai avuto occasione di realizzare progetti in ceramica. E’ il caso della recente, prestigiosa collaborazione con Alessandro Mendini. Ogni volta l’azienda dedica tutte le sue energie nell’elaborare soluzioni produttive che permettano di dare forma alla creatività dei designer, realizzando anche i progetti più complessi. E ogni volta il risultato è una nuova tappa nella ricerca sulle potenzialità estetiche e funzionali della ceramica.

Le strutture, le tecnologie

Gli avanzati processi produttivi si avvalgono della meccanizzazione di ogni fase, dal colaggio, alla smaltatura e cottura, consentendo il perfetto controllo formale e tecnico di ogni singolo pezzo. Abili interventi manuali integrano le lavorazioni più complesse. Tre gli stabilimenti, per una superficie complessiva di 80.000 mq. Due a Civita Castellana e uno a Fabrica di Roma, in provincia di Viterbo. Diversi i riconoscimenti ottenuti da Ceramica Flaminia S.p.A. dal 1996 per i suoi prodotti. Nel 2003 ha ottenuto la certificazione di qualità Uni En Iso 9001-2000 e nel 2005 la certificazione del sistemaambientale Uni En Iso 14001 – 2004. Sempre nel 2005 l’azienda entra a far parte dell’ADI, Associazione
per il Disegno Industriale.

La stanza da bagno. Oasi di design

La stanza da bagno secondo Ceramica Flaminia è fulcro della casa, luogo intimo e vissuto da curare in ogni dettaglio. Non più area di servizio, ma spazio abitato e da abitare, dove ogni singolo elemento è frutto di un progetto, lontano dai codici classici e convenzionali che per lungo tempo hanno condizionato il settore. Una visione innovativa che spinge l’azienda, soprattutto a partire dagli anni ’90, a coinvolgere designer di fama internazionale. Per esplorare le valenze espressive della ceramica e creare collezioni che uniscono performance tecniche ed emozione. Con la capacità di determinare nuove tendenze e di inventare nuovi, moderni linguaggi

Il lavabo architettonico. Acquagrande

Viene presentato ad Abitare il Tempo nel 1997. Ideato da Giulio Cappellini, oggi direttore creativo dell’azienda, “Acquagrande” rompe gli schemi. Il lavabo diventa oggetto di forte presenza scenica grazie alle importanti dimensioni architettoniche unite al rigore formale. Un’icona del bagno contemporaneo.

Tatami e il minimalismo ergonomico

Ripensare elementi della quotidianità come il piatto doccia, attingendo ad altre culture dell’abitare. Dal minimalismo di matrice orientale, nasce l’innovativo sistema Tatami, design Ludovica e Roberto Palomba. Un sottilissimo tappeto di ceramica a filo pavimento, che unisce alla funzione antisdrucciolo un benefico massaggio plantare. Moduli da accostare secondo le esigenze, proprio come i tatami nella tradizionale casa giapponese.

La geometria versatile di Link

Due pezzi versatili disegnati da Giulio Cappellini e Roberto Palomba. Wc e bidet da accostare liberamente ai diversi modelli di lavabo del catalogo Ceramica Flaminia. Elementi che per la purezza formale e le linee decostruite si inseriscono con facilità nei diversi contesti architettonici. Modelli sospesi che hanno conquistato il successo internazionale, grazie ad una concezione dell’arredobagno duttile e funzionale.

Le colonne scultura Twin Column

Il lavabo come pezzo scultura. Di forma circolare, è sorretto nella versione free-standing, da una colonna cilindrica, nitida, pulita. Un progetto che esalta la pura, naturale bellezza della ceramica. La collezione Twin, insieme a Twin Column, sono un progetto di Ludovica e Roberto Palomba.

Il bagno sensoriale. Io e Si

Linee sinuose e volumi netti si alternano. Sensazioni tattili e visive contrastanti e in armonia, con la collezione “Io” creata da Alexander Duringer e Stefano Rosini. Un pensiero organico che i due designer riportano anche nei rubinetti “Si”. Un semplice nastro d’acciaio che evoca e sintetizza il naturale flusso dell’acqua.

Sperimentazioni materiche. Da Mono’ a Water Drop

Forme piene, spessori importanti. I sanitari Mono’ di Patrick Norguet esaltano la presenza materica della ceramica. Con il piatto doccia “Water Drop”, invece, Luca Cimarra lavora per sottrazione. La ceramica esprime i valori della leggerezza visiva e dell’essenzialità. Per ottenere un elemento facilmente utilizzabile sia in appoggio che a filo pavimento.

L’evoluzione continua

Ceramica Flaminia continua il suo percorso di ricerca, sia dal punto di vista tecnico-funzionale che del design. Il 2010 segna la collaborazione, per la prima volta, con Rodolfo Dordoni. Il designer ha progettato per l’azienda la collezione Como, ispirandosi ai bacini naturali d’acqua Ogni elemento è un pezzo unico, compatto, nel quale ricavare pratiche superfici d’appoggio, alternando pieni e vuoti. Un dinamismo progettuale che fa di Ceramica Flaminia un autentico punto di riferimento nel mondo dell’arredobagno, aggiudicandosi prestigiosi premi e riconoscimenti. Nel 2005 l’azienda inaugura il suo showroom a Milano, in via Solferino 18. Uno spazio che diventa punto d’incontro per progettisti, clienti e pubblico, oltre che luogo di eventi legati alla cultura del bagno e del benessere.

I mercati, una presenza in crescita

L’apprezzamento da parte della critica si accompagna ad un riscontro crescente nel mercato. L’Italia assorbe il 70% della produzione. All’estero Ceramica Flaminia registra una presenza importante in Europa, Stati Uniti, Canada, Australia, Cina e Giappone.


Gruppo prodotti: Vasche da bagno Docce Lavabi WC Rubinetteria bagno Arredo bagno Specchi per bagno Accessori per bagni Accessori
Designer: Massimiliano Abati Romano Adolini Silvana Angeletti Gilda Borgnini Giulio Cappellini Luca Cimarra Lorenzo Damiani Rodolfo Dordoni Alexander Duringer Jeremy King King & Roselli Sergio Mori Paola Navone Nendo Patrick Norguet Fabio Novembre Ludovica Palomba Roberto Palomba Alessio Pinto Riccardo Roselli Stefano Rosini Daniele Ruzza Leonardo Talarico triplan
Ceramica Flaminia
S.S. Flaminia Km. 54,630
01033, Civita Castellana (VT)
Italia
Phone: +39 0761 542030
Fax: +39 0761 540069
Where to buy

Rivenditore-Partner di Architonic nelle vostre vicinanze che distribuiscono questo brand

Selezioni un paese

e la cittá/regione

oppure imposti il suo codice postale

Ricerca